Studio Dentistico Angelini

Pulizia dentale in gravidanza: tutto quello che devi sapere

Una risposta alle domande comuni sulla pulizia dentale in gravidanza

Molte pazienti ci chiedono se sia possibile fare una pulizia dentale in gravidanza, noi rispondiamo che non c’è nessun problema! Anzi, ci sono molti accorgimenti da adottare in dolce attesa, anche dal dentista. Scopri di più nel nostro articolo!

Pulizia dentale in gravidanza: perché è importante

Una donna in gravidanza modifica le proprie abitudini alimentari ed è soggetta a problematiche come costanti sensazioni di vomito (iperemesi) che possono dare origine ad alterazioni dei tessuti orali (tra le più frequenti: erosioni dello smalto e aumento del rischio di carie). 

Ancora, le alterazioni ormonali che coinvolgono tutto il corpo della donna in gravidanza provocano modificazioni delle risposte delle mucose orali a fattori come placca e tartaro, che possono dare origine ad infiammazioni (gengivite, parodontite) o comparsa di neoformazioni come epulidi gravidiche, condizioni che tornano alla normalità al termine della gravidanza.

Diversi studi hanno evidenziato un’associazione tra salute orale della donna in gravidanza e decorso della gravidanza e di conseguenza, anche della salute del nascituro. Per questi motivi è importante corretta pulizia dentale in gravidanza, al fine di prevenire stati infiammatori e lesioni dello smalto. Consigliamo quindi di effettuare controlli durante tutta la durata della gravidanza (1°/2°/ 3° trimestre/ nei primi tre mesi dopo il parto) ed eventuali sedute di igiene orale.

Quando andare dal dentista per una pulizia dentale in gravidanza?

Il momento migliore per le terapie dentali in gravidanza è tra le 14 e le 20 settimane, quando ormai il rischio di aborto è diminuito e tutti gli organi del bambino sono formati. Dopo le 20 settimane, l’aumento di volume dell’utero può rendere scomoda la posizione distesa sulla poltrona: alcune donne  possono andare incontro a nausea, vomito o a un abbassamento di pressione. Per questo, meglio mantenere una posizione semidistesa, magari con un cuscino sotto il lato destro del corpo.

pulizia-dentale-in-gravidanza

L’anestesia dal dentista e la pulizia dentale in gravidanza

Per quanto riguarda l’anestetico, bisogna sfatare una falsa credenza. Molte donne temono che l’anestesia dal dentista in gravidanza possa causare danni al feto, mentre invece la pulizia dentale in gravidanza, anche con l’anestesia, si può fare con tutta tranquillità, dal momento che si tratta di un tipo di anestesia esclusivamente locale e che viene eliminata dal nostro organismo in tempi brevi. Non può pertanto causare alcun danno al feto. Bisogna però evitare qualsiasi esame radiografico, soprattutto nel primo trimestre

A maggior ragione, dopo la gravidanza non ci sono controindicazioni a sottoporsi alle cure dentistiche. Non preoccuparti della qualità del tuo latte. I fluidi corporei diluiscono l’anestetico rendendolo innocuo, tanto che non è necessario sospendere l’allattamento.

Ma se proprio non te la dovessi sentire, puoi utilizzare un tiralatte prima della seduta ed evitare l’allattamento per le 24 ore successive all’intervento odontoiatrico.

pulizia-dentale-in-gravidanza

Le regole del Ministero della Salute per una corretta pulizia dentale in gravidanza

Ecco alcuni suggerimenti proposti dal Ministero della Salute volti a contribuire al miglioramento della salute orale delle donne in gravidanza, a prevenire le malattie orali nei bambini piccoli, a diffondere informazioni accurate, a garantire l’erogazione di appropriate cure odontoiatriche nelle gestanti:

  • Spazzolare i denti due volte al giorno con un dentifricio al fluoro e utilizzare il filo interdentale tutti i giorni;
  • 
Limitare ai soli pasti l’assunzione di cibi contenenti zuccheri;

  • Evitare le bevande gassate e zuccherate, preferendo acqua o latte magro;
  • 
Preferire la frutta ai succhi di frutta;

  • Se sono passati più di sei mesi dall’ultimo controllo dal dentista, programmarne subito uno, con pulizia dei denti;

Hai dubbi o vuoi prenotare una visita di controllo? Non esitare a contattarci!

Prenota una visita

"Dichiaro di aver letto l'informativa di cui all'articolo 13 del D. Lgs 196/2003" I dati personali richiesti nel Contact Form possono essere utilizzati unicamente per rispondere alla richiesta specifica da me inviata