Studio Dentistico Angelini

Denti da latte: nuovi studi

Ai denti da latte sono legate molte storie e aneddoti: chi il topolino, chi la formichina, chi la fatina, i soldini, la paura di toglierli e i mille modi di farlo.
 L’ultima notizia in merito ai primi dentini riguarda però un aspetto di grande interesse all’interno della comunità scientifica.

Uno studio condotto dal dottor Songtao Shi, ricercatore presso il National Institute of Dental and Craniofacial Research (NIDCR) di Bethesda, nel Maryland, rivelerebbe che i piccoli denti conterrebbero una certa quantità di cellule staminali.


Questo tipo di cellule è al centro di numerosi studi per i suoi potenziali utilizzi per la rigenerazione di denti, ossa e in merito alla cura di diverse malattie degenerative quali il morbo di Alzhaimer, di Parkinson, distrofia muscolare e sclerosi multipla. 

Ad oggi, purtroppo, non esistono ancora certezze in merito all’argomento. Le argomentazioni più forti sarebbero inerenti all’utilizzo delle cellule staminali per ricavare dentina e polpa dentaria, utili al più (e anche qui siamo in fase sperimentale) per curare le carie e riparare lo smalto.

denti_da_latte

Staremo a vedere cosa riserverà il futuro della medicina!
Nel frattempo ne approfittiamo per ricordarvi che i denti da latte rivestono grande importanza per la successiva dentatura definitiva.
Per questo motivo vi consigliamo di tenere monitorata la salute dei piccoli pazienti con costanti controlli.


Per prenotare una visita o per ulteriori informazioni non esitate a telefonarci allo 0564 23279: saremo felici di aiutarvi!

Prenota una visita

"Dichiaro di aver letto l'informativa di cui all'articolo 13 del D. Lgs 196/2003" I dati personali richiesti nel Contact Form possono essere utilizzati unicamente per rispondere alla richiesta specifica da me inviata